Hanno Tutti Ragione #recensioni #leggibli

“Hanno tutti ragione” P. Sorrentino (Feltrinelli, 2010)

Categoria: #leggibili

On air: Everything Trying (Damien Jurado)

To drink: Gin Tonic, aspro e consolatore come la solitudine

Perché farlo: Perché il cinismo è dei sensibili e il sarcasmo degli intelligenti. Perché le parole sono importanti [è vero anche se lo ha detto Nanni Moretti] e Sorrentino le sceglie, poche, quelle giuste. Perché, prima o poi, soli ci ritroviamo tutti, allo specchio del noi stessi ridicolo e meschino e così com’è, ed è meglio essere preparati.

Cit.: Quando mi sono voltato a vedere di nuovo la città questa non c’era più. Se ne era andata. C’era solo un muro sulla carreggiata e delle piante selvatiche. Roba da geometri frettolosi e approssimativi. Se ne era andata la città e se ne era andata pure quella folata di malinconia che mi aveva accompagnato la sera. Solo allora ho realizzato che ero solo. Come lo sono sempre stato. Ma un po’ più solo, adesso.

Voto: 8

Neroli #labellezzadelleparoleinutili #weekzero

Ho deciso di aprirmi la rubrichetta settimanale. Così, per viziarmi un po’, mi e´ saltato il week end a Saint Tropez, per sopravvivere alla disperazione o compro una borsa nuova o scrivo di cose belle.

Partiamo dall’ispirazione:
“Quanto ti innamori del nome delle cose, significa che sei fatta solo per le cose belle.”

Neroli. Il nome del profumo che e´ immediatamente entrato nella mia wish list e che mi ha ispirato la frase qui sopra. Io, Neroli, non l’avevo nemmeno mai sentito, ma come si fa a non innamorarsi di un nome così? Questo rivoletto di profumo dal nome magico sara´ la fragranza di queste pagine, che mi regalerò e vi regalerò ogni settimana. Ogni martedì una foto e un post su una bellezza inutile.
Perché? Perché l’educazione sentimentale passa anche [e soprattutto, forse] per la bellezza materiale degli odori, dei suoni, dei colori, delle luci, degli oggetti con una storia, dei cibi che non conosci e di quelli che ami.

Odore di Smalto, l’Estate che Arriva.
[A me, l’odore di smalto ricorda i pomeriggi caldissimi di giugno di diciotto anni fa, quando truccarsi era un gioco e un ammazza-noia. Quando le vacanze scolastiche sono appena iniziate e gli unici compiti che vuoi fare sono i romanzi da leggere e prepararti ad arrossire, nelle sere stellate, in giardino. Vieni a letto, che e´ tardi! Lasciami mamma, che tanto domani e´ vacanza]

20140611-010950-4190240.jpg