Neroli #labellezzadelleparoleinutili #weekquattro

服务员

[Fúwùyuán! Grida un interessante commensale del tavolo a fianco al nostro, rivolgendosi chiaramente verso la cucina. Cameriere! Ha appena urlato. Dopo un primo istante di imbarazzo, ricordo che in Cina chiamano ancora le cose con il loro nome. Soprattutto i mestieri, con il loro nome. Tassista, cameriere, cuoco, maestra, commesso. Ognuno ha il suo ruolo e non e´ nemmeno lontanamente dispregiativo essere apostrofati a seconda della mansione. Allora mi sono chiesta, sono pratici? No, sono dignitosi. Hanno un rispetto e una passione tale per il lavoro e le professioni, dal giornalista al lustrascarpe, che le persone diventano il loro lavoro. E poi ho pensato all’Italia, dove da una qualsiasi laurea triennale in su chiamiamo tutti Dottore e l’unico professionista che chiamiamo col proprio nome e´l’avvocato. E allora mi sono chiesta quando esattamente abbiamo iniziato a vergognarci di ciò che facciamo per vivere, per otto o più
ore tutti i giorni. Perché una commessa si sente offesa se chiamata Commessa? E quale beneficio ha portato aver inventato definizioni talmente fantasiose per definire venditori, capo reparto, segretarie, che ormai nemmeno chi li ha inventate si ricorda più cosa vogliono dire. Siamo tutti Manager di qualcosa, per, si e no, 1000 euro al mese. Il ristorante sotto casa, in cui ceniamo quasi tutte sere e´ di una famiglia di cinesi, padre, madre, una vecchia che potrebbe essere la suocera, e qualche dipendente. I bambini, la sera, li mettono in fila sulle sedie di plastica a guardare la tv, buoni e non si disturbano i clienti. La vecchia in cucina, la moglie caposala e il marito alla cassa. Loro, che passano li 18 ore su 24, sono quel ristorante, e ci credo che non si arrabbiano se gli urlano Fúwùyuán! perché quella e´ la loro vita.
]

20140715-183457-66897288.jpg

Un pensiero su “Neroli #labellezzadelleparoleinutili #weekquattro

  1. Silvia ha detto:

    Hai ragione, con questa mania di cambiare i nomi alle cose si crede di fare chissà cosa, ogni lavoro ha la sua dignità e il suo valore e il nome poco importa, l’importante è la passione e l’impegno che ci si mette nel svolgerlo! Buona giornata! :)

    Date: Tue, 15 Jul 2014 10:41:37 +0000
    To: silvia-1959@live.it

    Mi piace

I commenti sono chiusi.